Partecipazione

Il dialogo tra le imprese, le istituzioni e gli attori del territorio rappresenta un fattore di sviluppo che COIMA riconosce e valorizza, impegnandosi a mantenere una comunicazione continua e propositiva a livello istituzionale, e a coltivare rapporti sempre più aperti con le comunità di riferimento, con il fine di integrarsi e sostenere le dinamiche di sviluppo locale.

COIMA utilizza un approccio multicanale nella gestione della relazione con i propri stakeholder: verso ogni categoria si individuano le modalità di ascolto e coinvolgimento più adatte.

La relazione con gli investitori

Elemento centrale nella gestione del capitale finanziario è la capacità di COIMA di dialogare con gli investitori in modo efficace e di comunicare la visione della società e le caratteristiche dei progetti in sviluppo. Ciò avviene tramite incontri dedicati e anche attraverso l’organizzazione di roadshow nazionali e internazionali.

L’appuntamento più importante dedicato agli investitori pubblici e privati è il COIMA Real Estate Forum, che si svolge con cadenza annuale. Nel 2020, a causa dell’emergenza sanitaria, l’evento si è tenuto in modalità digitale. Nonostante tale limitazione, si è ottenuta la partecipazione di oltre 500 operatori del settore in rappresentanza di circa 60 primari investitori istituzionali italiani e internazionali – provenienti da Asia, America, Canada, Medio Oriente, Europa e Italia – per un patrimonio gestito complessivo di oltre due triliardi di euro. I temi trattati nell’edizione di quest’anno sono stati naturalmente focalizzati sugli impatti e le conseguenze della pandemia di Covid-19 sul settore immobiliare: si sono discusse le potenzialità del territorio italiano quale fattore determinante per la ripresa del Paese, il ruolo del Recovery Fund come strumento di rilancio, il futuro delle città e il nuovo modo di vivere e concepire gli edifici.

Inoltre, durante l’anno è stato presentato agli investitori COIMA ESG City Impact Fund, il primo fondo italiano di investimento chiuso con obiettivi misurabili di impatto ESG, che investirà in rigenerazione sostenibile del territorio a livello nazionale.

Il dialogo con la comunità

Un ruolo particolarmente rilevante, a maggior ragione in questa fase storica, è stato ricoperto dai canali digitali COIMA, che consentono di raggiungere i vari stakeholder in maniera profilata. Il sito coima.com si è consolidato come canale principale dell’ecosistema COIMA, ospitando anche il progetto di storytelling Urban Stories, e il sito di COIMA RES ha migliorato per il terzo anno consecutivo la sua posizione nella classifica Webranking che valuta le maggiori società quotate italiane, salendo dal 25° al 18° posto ed entrando nella categoria 4 Stars (su 5). Il profilo Linkedin di COIMA ha continuato a informare il target dei professionisti, incrementando di 15.000 il numero dei propri follower e rappresentando sempre più un riferimento in termini di employer branding. Infine, nel 2020 è stata inaugurata la newsletter corporate Urban Stories come contributo al dibattito sull’evoluzione delle nostre città, rivolta a tutti gli stakeholder domestici e internazionali.

La fruizione delle aree gestite da COIMA è stata anch’essa naturalmente influenzata dalla pandemia: a questo riguardo, è stato implementato un importante piano di comunicazione basato su rigide procedure, condivise e comunicate attraverso i più ampi strumenti di comunicazione come cartellonistiche on site e newsletter informative.

La creazione di una rete

COIMA promuove la relazione con le associazioni di categoria, con gli istituti universitari, le imprese e i professionisti per contribuire alla creazione di un “sistema” che stimoli l’innovazione di settore e sia in grado di velocizzarne l’adozione. Identificare i partner giusti e sfruttare il potenziale delle nuove tecnologie è fondamentale per plasmare il futuro del settore immobiliare.

Stakeholder