Sustainable Finance Disclosure

COIMA SGR - Informativa SFDR

Regolamento sull’informativa di sostenibilità dei servizi finanziari Art. 3, 4, 5 e 10



In ottemperanza al regolamento n. 2088/2019 (SFDR), COIMA SGR pubblica qui di seguito le informative regolamentari richieste.

Policy per l’integrazione dei rischi di sostenibilità nei processi di investimento

Integrazione dei rischi di sostenibilità nei processi decisionali relativi agli investimenti

COIMA SGR considera di fondamentale importanza l'integrazione dei fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) nel proprio processo di investimento nella convinzione che questi elementi, oltre a favorire uno sviluppo economico e sociale sostenibile, possano contribuire positivamente ai risultati finanziari dei fondi riducendone, al contempo, i rischi. Si ritiene che i partecipanti dei mercati finanziari impegnati a integrare i criteri ESG all’interno della propria strategia possano generare profitti sostenibili nel tempo e, conseguentemente, originare una solida prospettiva di creazione di valore per tutti gli stakeholder. Questo permette una più efficiente gestione dei rischi, anche ambientali e sociali che incidono negativamente sulla valutazione dei singoli investimenti. Identificare e gestire tali rischi è parte del dovere fiduciario per proteggere il valore creato nel tempo.

COIMA SGR orienta il proprio approccio ispirandosi ai Sustainable Development Goals, approvati nel 2015 dalle Nazioni Unite, contribuendo ad 8 dei 17 SDGs attraverso percorsi di innovazione, ponendo attenzione verso le persone e la gestione delle risorse naturali.

Alla tradizionale analisi di valutazione finanziaria degli investimenti, la Società affianca le metriche ESG al fine di prendere decisioni di investimento meglio informate.

L’approccio adottato da COIMA Sgr nel perseguire e monitorare gli obiettivi prefissati e individuare e mitigare i rischi comprende l’adozione di una strategia sostenibile mediante una valutazione degli scenari che comprendono analisi, tecniche ed economiche per identificare gli aspetti di maggior valorizzazione e l’adozione di adeguate strutture di governance volte al presidio di tutti gli aspetti legati all’approccio ESG.

Le caratteristiche di sostenibilità ambientale e sociale del prodotto sono perseguite attraverso una procedura d’investimento che prevede diverse fasi:

  • Screening e selezione delle opportunità di investimento: questa attività viene eseguita sulla base dei criteri di esclusione preliminarmente individuati per i fondi come riportato nel paragrafo 4 della Politica di Integrazione dei Rischi di Sostenibilità nei Processi di Investimento
  • Determinazione del profilo ESG dell’investimento: questa attività, specifica per i fondi classificati ESG, avviene mediante la misurazione di specifici KPIs esaminati nella cosiddetta Checklist di Sostenibilità e mediante la valorizzazione del COIMA Charter
  • Due Diligence: questa attività viene eseguita con l’obiettivo di:
    • comprendere i rischi di investimento e quelli ESG associati agli investimenti attraverso la Checklist di Sostenibilità
    • verificare che il profilo di rischio-rendimento sia in linea con il profilo di rischio di ciascun fondo
    • Analizzare gli ambiti di miglioramento sotto il profilo degli obiettivi ESG dell’investimento identificati nell'ambito della Checklist
  • Monitoraggio Investimenti: una volta completata l’operazione di investimento, il Fund & Asset Management avvia le attività di gestione e sviluppo del progetto in accordo con le condizioni definite in fase di sottoscrizione e sulla base del business plan approvato.

Per quanto concerne la struttura di governance, ESG COIMA SGR prevede:

  • Consiglio di Amministrazione: approva le operazioni di investimento; i business plan dei Fondi e degli investimenti e le eventuali variazioni annuali, tenuto conto della Politica di Integrazione dei Rischi di Sostenibilità nei Processi di investimento
  • Comitato Investimenti: è responsabile dell’applicazione al processo di scelta di ciascun investimento delle linee guida in materia ESG definite nella Politica di Integrazione dei Rischi di Sostenibilità nei Processi di investimento
  • COIMA Sustainable Innovation Committee (SIC): è un comitato istituito da COIMA, principalmente tecnico – consultivo, e svolge attività di supervisione in relazione alla gestione aziendale delle tematiche “ESG” (Environmental, Social & Governance), “Impact Investing” ed innovazione di prodotto.
    Il SIC formula raccomandazioni al Comitato di Investimento e al Consiglio di Amministrazione
  • Funzioni di Controllo: la funzione di Risk Management è deputata al controllo e alla valutazione degli impatti dei fattori ESG sul rischio dei fondi e sui relativi rendimenti finanziari.

Oltre alle strutture sopra descritte per alcuni fondi possono intervenire a supporto della governance anche:

  • Comitato di Indirizzo: è un comitato strategico che ha il compito di analizzare lo stato di avanzamento dei progetti in corso di specifici fondi, le relative tematiche ESG ed organizzare sessioni di confronto su tematiche ESG quali bisogno del Paese, temi di attualità ESG e declinazione di tali temi negli investimenti
  • COIMA City Lab: è un gruppo eterogeneo di affermati professionisti e architetti costituito nel 2019 che, operando in modo integrato con il SIC, elabora su tematiche urbane, di prodotto e di progetto per ispirare lo sviluppo delle città e dei territori e ha l’obiettivo di tracciare le linee guida per la creazione degli spazi urbani del futuro, sia con riferimento ai progetti che saranno promossi da COIMA, sia come contributo culturale allo sviluppo del territorio italiano

Al fine di rendere trasparente l’approccio adottato dall’SGR e le modalità di misurazione e valutazione degli obiettivi ESG raggiunti dalla società e dagli investimenti da essa gestiti, annualmente viene pubblicata una informativa non finanziaria, il “Report di Sostenibilità”, che rappresenta in maniera aggregata le informazioni rilevanti in materia ESG.

Per maggiori dettagli consultare la “Politica di Integrazione dei Rischi di Sostenibilità nei Processi di Investimento” di gruppo al seguente link: https://www.coima.com/it/disclosure/sustainable-investment-policy.

Identificazione e prioritizzazione dei Principal Adverse Impact indicators [Art. 4]

COIMA SGR, in ottemperanza all’Art. 4 del Regolamento UE 2019/2088, ha deciso di adottare l’approccio “comply” alla considerazione degli effetti negativi delle proprie decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità ESG (Environmental, Social, Governance).

Le scelte di investimento incaute, possono dispiegare effetti negativi sugli stakeholder, sull'ambiente e sulla società.

COIMA ne è consapevole e ha adottato un chiaro quadro di riferimento come guida alle proprie decisioni di investimento al fine di minimizzare gli effetti negativi.

Nella propria politica di investimento sostenibile infatti COIMA ha adottato un approccio molto strutturato volto alla mitigazione dei rischi di sostenibilità e dei Principal Adverse Impacts (PAI) delle decisioni di investimento sui fattori di sostenibilità, declinati all’interno del "Final Report on draft Regulatory Technical Standards".1

A questo scopo si applica un criterio di screening e di selezione degli investimenti basato su due fattori principali:

  • Esclusione della possibilità di sviluppare progetti immobiliari in aree naturali protette
  • Esclusione della possibilità di costruire nuovi edifici destinati all’estrazione, allo stoccaggio, al trasporto o alla produzione di combustibili fossili

Questi due criteri di esclusione sono utilizzati per affrontare alcuni dei PAI più significativi. COIMA inoltre raccoglie dati rispetto all'impatto delle emissioni di carbonio e ad altri fattori significativi e attraverso una metodologia proprietaria, COIMA Charter, determina un punteggio ESG di ciascuno di essi al fine di consentirne un ordine di rilevanza.

COIMA inizierà il periodo di monitoraggio degli indicatori previsti dalla normativa a partire dal 1 gennaio 2022 e la successiva disclosure nei documenti di rendicontazione verrà riportata nella sezione dedicata del sito web e nelle relazioni periodiche a partire dal 1 gennaio 2023.

1 ESA’s Final Report on draft Regulatory Technical Standards, ANNEX 1, pag. 52

Regolamento SFDR – Politica di Remunerazione [Art. 5]

COIMA SGR è allineata al regolamento UE 2019/2088 e alle best practice per quanto riguarda l’integrazione di obiettivi legati alle tematiche ESG in materia di politica di remunerazione e incentivazione del personale. La politica di remunerazione include un collegamento diretto tra alcuni indicatori della evoluzione sostenibile del patrimonio gestito e la determinazione della remunerazione variabile complessiva (il Monte Incentivi) e l’attribuzione di un obiettivo individuale ad essi collegato almeno a ciascun componente del suo personale più rilevante.

Prodotti che promuovono caratteristiche ambientali o sociali / hanno come obiettivi investimenti sostenibili [Art. 10]